Arte, cucina e cultura: 4 lavori nel food

Arte, cucina e cultura: 4 lavori nel food

L’industria alimentare è il settore ideale per trovare una varietà di lavori che permettono di combinare arte, cucina e cultura. Ad esempio, chi ama cucinare e sporcarsi le mani, potrebbe ambire ad un posto da chef e specializzarsi nell’impiattamento. Chi invece è particolarmente interessato all’arte, potrebbe intraprendere una carriera da food stylist o da fotografo. Se invece si parla della cultura, si potrebbe lavorare come critici di ristoranti o giornalisti enogastronomici. Vediamo dunque quali sono i lavori più interessanti da questi punti di vista.

Panettieri e pizzaioli

Un lavoro come panettiere o pizzaiolo sa come coniugare tutti e tre gli aspetti visti poco sopra. Innanzitutto perché fa parte delle nostre tradizioni, essendo la panificazione un pezzo della cultura tricolore. In secondo luogo, i panettieri e i pizzaioli cucinano dedicandosi alla cosiddetta arte bianca, nobile e gustosa allo stesso tempo. Per questo motivo, chi vorrebbe intraprendere questa carriera dovrebbe valutare la possibilità di iscriversi presso il corso di panificazione di CEF, professionale e pronto per fornire tutte le competenze giuste per questa professione. Infine, non sono pochi i possibili sbocchi lavorativi: si può lavorare presso i ristoranti, gli hotel o avviare una propria attività commerciale.

Giornalista enogastronomico

Il giornalista enogastronomico è colui che scrive articoli e approfondimenti sul mondo della gastronomia, con particolare attenzione al cibo locale e a bevande come il vino. Per intraprendere questa carriera, è essenziale avere una profonda conoscenza dell’argomento, oltre a buone capacità di scrittura. Il lavoro richiede la possibilità di visitare luoghi diversi, di conoscere nuove persone e, soprattutto, di avere un talento comunicativo innato. Ovviamente, per poter diventare giornalisti, bisogna attenersi alle regole imposte dall’Ordine e intraprendere un determinato percorso.

Food stylist

Il food stylist è un esperto che sa come far apparire il cibo in modo gradevole davanti alla telecamera o alla macchina fotografica. Questo lavoro trova una sua applicazione concreta soprattutto nel settore della pubblicità, dove è necessario assicurarsi che i prodotti pubblicizzati appaiano il più appetitosi possibile. Per fare ciò, il food stylist utilizza una serie di tecniche, come l’aggiunta o la rimozione di ingredienti, l’utilizzo di un’illuminazione speciale o il ritocco delle fotografie tramite appositi software. Come si vede, si tratta di un lavoro che richiede non solo creatività, ma anche competenze specifiche e molto tecniche.

Chef

Lo chef è il responsabile della cucina di un ristorante, di un hotel o di un’altra struttura ricettiva. Il suo compito è quello di preparare i piatti, supervisionare il lavoro dei cuochi e degli altri addetti alla cucina, e gestire la brigata nel miglior modo possibile. Lo chef è una figura fondamentale per la corretta riuscita di un servizio, perché è colui che deve garantire che i piatti siano cucinati correttamente e consegnati ai tavoli senza ritardi. Per intraprendere questa carriera è indispensabile avere una naturale attitudine alla cucina, oltre ad una formazione specifica, e alla capacità di gestire un team di persone. Inoltre, per un cuoco è importante aggiornarsi sulle nuove tendenze della gastronomia, e sapere come farsi valere, mantenendo il polso della situazione.

 
Next Post