Cani e parassiti: quali sono i rischi

Cani e parassiti: quali sono i rischi

Pulci, zecche e flebotomi possono essere un vero problema per la salute dei nostri animali domestici. I rischi sono molti e non vanno affatto sottovalutati. Fortunatamente oggi sul mercato sono disponibili numerosi antiparassitari per cani, prodotti realizzati specificatamente per garantire una protezione totale contro queste creature.

Oltre gli antiparassitari, è utile anche sapere come comportarsi per poter agire in maniera rapida. In caso di problemi bisogna contattare il veterinario il prima possibile.

I rischi per la salute del cane

I parassiti possono provocare diversi problemi, intaccando la salute del nostro animale domestico. Le conseguenze possono essere di vario tipo, e dipendono molto dal tipo di parassita che ha attaccato il nostro cane. Di seguito abbiamo elencato le cause e i rischi principali.

Prurito e infezioni

Le pulci e le zecche possono provocare un forte prurito nel nostro cane, che inizia a grattarsi in maniera anomala e incontrollata. La sensazione di prurito può diventare così fastidiosa da spingere il cane a grattarsi fino al sanguinamento, aprendo delle ferite nella cute.

Le ferite, lasciate così aperte, possono essere una facile porta d’ingresso per ulteriori infezioni, che possono annidarsi nella terra, ad esempio. Per questo se il cane ha questo genere di ferite è buona abitudine disinfettarle spesso, ed evitare che abbia contatti con la sporcizia.

Virus e batteri

Un altro problema è rappresentato dai virus e dai batteri. La maggior parte dei parassiti si nutre del sangue del nostro cane. Durante questa fase è possibile che le zecche o le pulci trasmettano eventuali malattie, che a volte possono essere molto pericolose per la salute del nostro animale domestico.

Anche dopo aver eliminato i parassiti è importante fare attenzione a eventuali comportamenti anomali. Spossatezza e inappetenza possono essere i primi sintomi di patologie da non sottovalutare. In questo caso vi suggeriamo di contattare il veterinario il prima possibile.

Leishmaniosi

Tra le malattie più pericolose per il cane segnaliamo la leishmaniosi. Questa patologia viene trasmessa dai flebotomi, degli insetti che in Italia sono presenti in ogni regione. I flebotomi, quando si nutrono del sangue del cane, possono veicolare questa malattia che, se non curata in tempo, può anche portare il cane alla morte.

La ricerca oggi permette di avere delle terapie efficaci ma bisogna intervenire in maniera tempestiva. Tra i principali sintomi della leishmaniosi canina troviamo debolezza, sanguinamento delle mucose e dermatiti sulla pelle.

Come difendere il cane

Per difendere il nostro animale domestico, la soluzione migliore è quella di utilizzare degli antiparassitari per cani. Questi prodotti non provocano alcun tipo di problema al nostro amico a quattro zampe, e sono studiati in maniera specifica per realizzare un vero scudo protettivo contro i parassiti.

Non bisogna dimenticare che ogni antiparassitario ha una sua specifica durata, indicata sulla confezione. Quando l’efficacia si esaurisce, il prodotto va applicato nuovamente. Tra gli antiparassitari per cani più innovativi segnaliamo i prodotti spot-on, una soluzione davvero rivoluzionaria, da applicare dietro il collo del cane. Le gocce antiparassitarie, una volta entrate in contatto con la pelle dell’animale, generano uno scudo protettivo. Gli spot-on hanno una durata ben precisa, indicata chiaramente sulla confezione. Per questo motivo, risulta fondamentale applicare nuovamente il prodotto al momento giusto per mantenere inalterate le sue performance.

In caso di infestazione già in atto, si può provare con un antiparassitario spray, da spruzzare direttamente sul pelo del nostro animale. Il nostro cane non incorrerà in effetti collaterali spiacevoli. I parassiti, al contrario, saranno attaccati fin dalla prima applicazione.

Il suo effetto è immediato e, dopo qualche ora possiamo spazzolare il cane, così da pulirlo per bene dai residui dei parassiti.

Può essere applicato anche sui cuccioli già dai primi due giorni di vita, come durante la gravidanza e l’allattamento.

Attenzione al giardino

Per proteggere il cane nel migliore dei modi è importante anche stare lontani dagli habitat dove si riproducono e sopravvivono i parassiti. L’erba alta e le zone meno curate possono essere colme di pericoli. Per questo il proprio giardino, dove il cane spesso passa buona parte del suo tempo, deve essere curato nel migliore dei modi.

Inoltre durante la passeggiata è meglio evitare i parchi lasciati all’incuria e le aree boschive.

Tag:
 
Next Post