Cani e gatti: occhio ai parassiti

Cani e gatti: occhio ai parassiti

Cani e gatti possono diventare facilmente preda dei parassiti. Ne esistono molte varietà, ognuna con le sue caratteristiche. Per questo è molto importante utilizzare degli antiparassitari, con cui possiamo prevenire eventuali infestazioni.

I parassiti del gatto e del cane possono essere molto insidiosi, provocando l’insorgere di eventuali patologie. Scopriamo insieme quali sono i principali parassiti presenti nel nostro territorio.

I parassiti più comuni: pulci e zecche

Pulci e zecche sono forse tra i parassiti più noti, sono piuttosto comuni e spesso chi ha animali domestici si è già dovuto confrontare con la loro presenza.

Questo non significa che vadano sottovalutati. Possono essere molto pericolosi per la salute del nostro amico a quattro zampe.

Le zecche

Le zecche sono piuttosto facili da notare. Si aggrappano alla cute del gatto o del cane, e iniziano a succhiare il loro sangue, che rappresenta il loro nutrimento. Una volta succhiato il sangue, si “gonfiano”, diventando più grandi e possono facilmente trasmettere altre patologie.

Consigliamo un controllo periodico per scovare la presenza di zecche. Accarezzando la pelle del cane, possiamo sentirle in evidenza rispetto al resto della cute.

Le pulci

Le pulci sono piuttosto infide, difficili da vedere di fronte a un pelo scuro. Sono molte piccole e hanno un tempo di riproduzione velocissimo. Con le pulci si rischia addirittura l’infestazione della propria abitazione. Se ne riconoscete la presenza, ricordatevi di pulire con cura oggetti come coperte e tappeti con cui il cane è entrato in contatto: potrebbero essersi già nascoste altre pulci, insieme alle loro uova.

Il sintomo principale delle pulci è il forte prurito, che porta il cane o il gatto a grattarsi fino al sanguinamento, lasciando la porta aperta ad ulteriori infezioni.

Molto simili alle pulci sono i pidocchi. Ugualmente piccoli, tendono a provocare un prurito paragonabile, dando fastidio e dolore al nostro animale domestico.

Il pericolo dei pappataci

Chiamati anche flebotomi, i pappataci sono tra i parassiti più pericolosi. Sono infatti portatori della leishmaniosi, una delle patologie più nocive per i cani.

Questa malattia può portare nel tempo anche alla morte del cane. Va diagnosticata il prima possibile attraverso uno specifico esame del sangue. I sintomi di questa malattia sono diversi, tra cui il sanguinamento dal naso, il dolore e il gonfiore delle articolazioni e anche il dimagrimento.

In caso di sospetta leishmaniosi, contattate immediatamente il veterinario per agire in maniera tempestiva.

Evitare i parassiti

Gli antiparassitari sono molto importanti, perché permettono una profonda opera di prevenzione. Si tratta di prodotti da usare in maniera periodica, per cui fate particolare attenzione alla scadenza della loro efficacia. In questo modo, garantirete al vostro cane o al vostro gatto una protezione completa e costante nel corso del tempo.

Oltre agli antiparassitari, potete cercare di evitare i luoghi dove possono annidarsi queste creature. I parassiti si trovano nelle aree meno curate, dove domina l’erba alta e l’umidità. Vi consigliamo di curare in primis il vostro giardino, per evitare che il principale habitat dei vostri animali venga infestato.

Dopodiché, fate attenzione durante le vostre passeggiate con il cane, prediligendo parchi ben puliti.

Più difficile tenere a bada un gatto abituato a vagare intorno a casa: in questo caso l’azione dell’antiparassitario è davvero fondamentale.

Non dimenticate di consultare il veterinario per scegliere l’antiparassitario più adatto al vostro animale domestico.

Tag:,
Previous Post
Next Post